Post Scriptum

dicembre 4, 2012

asola-e-sportello-ritiro-posta--cassetta-postale--buchetta-lettere-ottone-brunito-escpobv-morelli

Caro imbustatore che ti diverti a mettere lettere anonime nelle buchette della posta dei miei familiari facendo presente che mi metterò nei guai e allegando stampe del mio blog, ti vorrei dire due parole.
Non otterrai niente, come non hai mai ottenuto niente con tutte le altre “spiate” fatte fino ad ora. Più questi atti si ripetono, più mi incazzo contro di te e quelli come te. L’esistenza, a questo mondo, di vigliacchi della tua risma mi fanno andare avanti nella lotta in cui credo fornendomi nuove ed ulteriori motivazioni a quelle, già solide, che ho dalla mia parte. Sei il più classico esempio di micragnosità strapaesana, vivo esemplare antropologico di viltà ascesa a modello sociale. Tutte cose che, intendiamoci, già sapevo, perchè il coraggio non appartiene ad una certa parte politica. Trovati qualcosa da fare, di rompipalle degni tuoi sostituti ce ne sono tanti. Tu vali meno che zero, come chiunque non abbia il coraggio di firmare le proprie parole, forse perchè un nome non ce l’ha.

ciao poveraccio

Questo blog chiude.

novembre 15, 2012

Cari amici che mi avete seguito e letto con pazienza, e cari “oppositori” che mi avete letto sicuramente insultandomi dietro agli schermi vi annuncio che questo spazio online sta per chiudere. Questo è l’ultimo post di questo blog. Ho passato molto tempo a rimuginare riguardo a questo, gli ultimi mesi sono stati impegnativi e la riflessione politica su come agire e che fare mi hanno occupato molto tempo.
I tempi, decisamente mutati rispetto a quando questo blog aprì, necessitano di qualcosa di diverso di un solingo blog, che pure ha molto disturbato e molto fatto parlare di sè. La lotta identitaria continua, cari lettori, e chi scrive qui non si arrenderà, nè ora nè mai. Si è chiusa un’epoca, per l’Italia come per le mie esperienze politiche. Se ne apre dunque un’altra. A pronta offesa, pronta risposta. Crevalcore Padana chiude, ma le sue idee vivono in qualcosa di più grande. Un grazie ancora a tutti i lettori. Avanti dunque con qualcosa di nuovo.

Image